Certificazione Energetica Ferrara - Ape classe energetica

Il nostro accredito Regionale è il n. 07273

L'obiettivo della politica energetica del comune di Ferrara è quello di aumentare con la tecnologia la quantità di energia catturata e ridurre con i comportamenti quotidiani quella sprecata sono obiettivi sempre più urgenti e pressanti.
La Pubblica Amministrazione, come tale, dovrebbe fungere da esempio assumendosi il ruolo di promotore del risparmio energetico e delle energie rinnovabili, a cominciare dalla adozione di una seria politica energetica presso i propri immobili. Inoltre è necessario favorire lo sviluppo dei rapporti tra Amministrazione, ESCO, cittadini per favorire l’efficienza energetica del settore privato, attraverso protocolli e strumenti che facilitino il percorso ai cittadini stessi (e anche delle imprese). Il Comune diventa quindi facilitatore e garante del processo. Per quanto riguarda l’efficienza energetica e la produzione di energia rinnovabile, sarà necessario rendere all’Obiettivo Kyoto 20 20 20 nel 2020, diminuendo le emissioni di CO2 del 20/30%, aumentando della stessa quota la produzione di energia da fonte rinnovabile. Tale proposito si inquadra non solo negli obiettivi che i paesi del mondo si sono fissati per la riduzione della CO2, ma è anche una strategia da perseguire a livello locale (Carta delle città e dei territori per il clima). Pannelli solari, fotovoltaico, ecc. sono le tecnologie a cui attualmente si guarda. Rappresentano una forte opportunità di sviluppo e di crescita, tutto nella direzione della sostenibilità e della valorizzazione dell’ambiente

Come previsto dalla legge regionale n. 26 del 23 dicembre 2004 e in attuazione della direttiva comunitaria 2002/91/CE, la Regione Emilia-Romagna si è dotata di un sistema regionale di certificazione energetica degli edifici, operativo dal 1° gennaio 2009. Recentemente, con la legge regionale n. 7 del 27 giugno 2014 (Legge regionale comunitaria 2014), l’Assemblea legislativa regionale ha provveduto a modificare la legge 26/2004, in recepimento della direttiva comunitaria  2010/31/UE intervenuta nel frattempo in materia.

 

 

In seguito all’approvazione della delibera di Giunta regionale n. 1275 del 7 settembre 2015 Approvazione delle disposizioni regionali in materia di attestazione della prestazione energetica degli edifici (certificazione energetica), entrata in vigore il 1° ottobre 2015, il sistema regionale di attestazione della prestazione energetica degli edifici è stato completamente ridefinito in conformità alle nuove disposizioni nazionali (decreto legislativo del 19 agosto 2005 n. 192) e comunitarie.

 

 

In base a tali disposizioni, in Emilia Romagna è obbligatorio procedere alla attestazione della prestazione energetica nel caso di:

 

  • edifici di nuova costruzione, ivi compresi tutti i casi di demolizione e ricostruzione di edifici esistenti, o di edifici sottoposti a ristrutturazioni importanti;

  • edifici esistenti, nel caso di vendita, di trasferimento a titolo gratuito o di nuova locazione, ove l'edificio o l’unità immobiliare non ne sia già dotato;

  • edifici utilizzati da pubbliche amministrazioni e aperti al pubblico con superficie utile totale superiore a 250 m2, ove l'edificio non ne sia già dotato.

L'Attestato di prestazione energetica (Ape) degli edifici deve essere predisposto e rilasciato da un soggetto certificatore accreditato dalla Regione. La procedura per l’accreditamento degli operatori (singoli tecnici o società) in possesso dei requisiti previsti dal decreto del Presidente della Repubblica del 16 aprile 2013 n. 75 e interessati a svolgere l’attività di certificazione energetica degli edifici è svolta dall’Organismo regionale di accreditamento, le cui funzioni sono attualmente attribuite alla Società in-house Ervet Spa.

informarsi sull'APE

APE nelle Regioni

@2019 by FD Energy Consulting

  • Blogger - Black Circle
  • Tumblr - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle