Detrazione Fiscale per il Risparmio Energetico: quali sono le certificazioni da produrre?

Aggiornato il: 17 mar 2019

Hai ristrutturato caso e vuoi beneficiare delle detrazioni fiscali per l’efficienza energetica? Vediamo quali sono i documenti da presentare e soprattutto a chi chiederli

· l’asseverazione del tecnico abilitato, che attesta la conformità alla normativa dell’intervento effettuato sulla tua abitazione, che può essere sostituita:

1. dalla scheda tecnica del produttore, Se fai sostituire le finestre oppure la tua vecchia caldaia con una più performante caldaia a condensazione

2. dalla dichiarazione del direttore dei lavori.

3. l’attestato di partecipazione a un corso di formazione, se installi autonomamente pannelli solari

· lattestato di prestazione energetica (APE), che attesti il miglioramento della classe energetica dell’abitazione, che va sempre rilasciata alla fine dei lavori. Il certificato energetico deve essere rilasciato dal certificatore energetico accreditato dalla tua Regione, che non deve essere coinvolto direttamente nei lavori.

· la scheda informativa degli interventi realizzati, redatta secondo lo schema riportato nell’allegato E o F del decreto attuativo (D.M. 19 febbraio 2007). Che contiene:

o i dati identificativi del soggetto che ha sostenuto le spese e dell’edificio oggetto dei lavori di risanamento energetico

1. la tipologia di intervento eseguito

2. il risparmio energetico che scaturisce dall’intervento

3. il costo dell’intervento, divise tra spese professionali del tecnico e quelle utilizzate per il calcolo della detrazione.

L’asseverazione, l’attestato di prestazione energetica e la scheda informativa devono essere rilasciati da tecnici abilitati alla progettazione di edifici e impianti iscritti ai rispettivi ordini e collegi professionali.

Per usufruire dell’agevolazione fiscale non è necessaria alcuna comunicazione preventiva. Gli interventi, quindi, non devono essere preceduti da alcuna comunicazione nei confronti dell’amministrazione finanziaria né dall’invio della comunicazione di inizio lavori all’Asl, salvo che quest’ultimo adempimento sia previsto dalle norme in materia di tutela della salute e di sicurezza sul luogo di lavoro e nei cantieri.

15 visualizzazioni

Contatti

informarsi sull'APE

@2019 by FD Energy Consulting

  • Blogger - Black Circle
  • Tumblr - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle