Ecobonus 110% per il condominio


27/08/2020 – Anche il Condominio rientra tra i beneficiari del Superbonus 110%. Con la Circolare 24/E/2020, l’Agenzia delle Entrate indica come procedere a seconda della grandezza del condominio e cosa succede quando una o più unità immobiliari sono di proprietà di un professionista o imprenditore..



Superbonus 110%: il condominio

Anche i condomìni sono tra i beneficiari dell’ECOBONUS 110, le persone fisiche non in esercizio di attività di impresa, arti e professioni. Gli altri, per precisare, sono gli Istituti autonomi case popolari (IACP) comunque denominati, le cooperative di abitazioni, le organizzazioni senza scopo di lucro e le associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD), ma solo per gli interventi relativi agli spogliatoi. Se siamo in presenza di “condominio minimo”, ossia un edificio costituito da un numero non superiore a otto condòmini, non c’è l’obbligo di nomina dell'amministratore né quello di apertura di un apposito conto corrente intestato al condominio.

Per beneficiare dell’Ecobonus 110, per lavori realizzati su parti comuni dell’intero edificio, i condòmìni che, non avendone l'obbligo, non abbiano nominato un amministratore, non sono tenuti a richiedere il codice fiscale. In questi casi si può utilizzare il codice fiscale del condomino che ha effettuato gli adempimenti necessari ad ottenere la detrazione fiscale. È necessario dimostrare che gli interventi di ristrutturazione sono stati effettuati sulle parti comuni dell’edificio.

Ecobonus 110, ma i professionisti e gli imprenditori ne hanno diritto?

Nei condomìni ovviamente si trovano appartamenti di proprietà di imprenditori e professionisti, che secondo la normativa vigente, sono esclusi dalla detrazione al 110%. Ad ogni modo l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che questi soggetti possono ottenere la detrazione maggiorata al 110% solo per gli interventi sulle proprie abitazioni e sulle parti comuni degli edifici condominiali.


Superbonus 110% e professionisti forfettari

Non possono usufruire direttamente dell’Ecobonus 110, sotto forma di detrazione fiscale, i soggetti che possiedono redditi assoggettati a tassazione separata o ad imposta sostitutiva. In questa categoria rientrano i contribuenti della “no-tax area” i professionisti che aderiscono al regime forfettario. Questi soggetti, ha spiegato l'Agenzia, possono optare per lo sconto in fattura degli interventi effettuati dall’impresa.

3 visualizzazioni

informarsi sull'APE

APE nelle Regioni

@2019 by FD Energy Consulting

  • Blogger - Black Circle
  • Tumblr - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle